Skip to content

meteoropatia!

6 ottobre 2010

Sono meteoropatica, praticamente un barometro vivente, ecco le prove:

ci sono delle volte che mi sento come una nuvola, di quelle che crescono col vento come panna montata

nuvole

a volte mi sento leggera, evanescente come vapore acqueo

poi ci sono giorni in cui mi sembra di volare allegramente in un cielo azzurro

nuvolette

poi quando mi arrabbio faccio veramente tuoni e fulmini!

tempesta

per fortuna poi la tempesta passa…

dopo la tempesta

insomma, l’avrete capito anche voi che sono un po’… lunatica!

luna piena

Alla prossima puntata!

(tecnica: acrilico su tela)

Annunci

Fiori lunatici

6 settembre 2010

Questi fiori che sbocciano sotto la luna, sono stati realizzati (in tempi record) per una manifestazione, “La festa dei fiori”, che si tiene ogni due anni nella pittoresca contrada di Fignano (Gavirate – VA), organizzata dall’associazione culturale “Amici di Fignano”.

Full moon flower

Questo loto che sboccia alla luce della luna è stato realizzato con colori acrilici su una tavola di legno di 2,10 m x 1,50

moon flower

Moon flower

Anche questo è un acrilico su tavola, m 1,80×1,80

Ed eccoli qui, esposti all’aperto, il 4 e 5 settembre 2010

Le ECO-scenografie per “Il mondo delle fate”

10 giugno 2010

Dopo tanto lavoro finalmente è andato in scena il balletto “Ali di fata” creato dalla mitica insegnante e coreografa Francesca Restuccia, con la sua scuola DanzaEVento di Casciago (VA).

Quando Francesca mi ha chiesto di realizzare le scenografie, ho immaginato che sarebbe stato interessante creare un bosco magico utilizzando proprio tutte quelle cose che dentro un vero bosco non dovrebbero mai entrare: i rifiuti!

Ho sempre cercato di utilizzare il più possibile materiali “poveri” o di recupero, ma questa è la prima volta che utilizzo ESCLUSIVAMENTE questa materia prima. Dopo questa esperienza credo proprio che i rifiuti resteranno la mia fonte d’ispirazione prediletta, perché danno davvero tanta, tanta soddisfazione

Qui di seguito potete vedere alcune immagini delle scenografie.

Ecco come appariva il palco durante le prove, con la scenografia completamente montata

Questa è la casetta delle fate, realizzata con: pannelli di polistirolo di un vecchio controsoffitto, recuperati da un cantiere edile; un pezzo di una rete da pollaio, per la struttura delle foglie; vecchi quotidiani per la cartapesta e il cartone della pubblicità delle edicole (ormai gli edicolanti di Varese  quando mi vedono arrivare, rabbrividiscono!)

Questa aiuola fiorita è stata realizzata con: ombrelli rotti, appendini di metallo da lavanderia, sacchi di plastica. Per gli steli ho usato dei tubi di cartone avanzati da carta per plotter e da rotoli di moquette

L’arcobaleno è realizzato con: vecchie lenzuola, luci di Natale, bottiglie di plastica, cartone pubblicitario.

Un particolare dell’arcobaleno, si notano i “paralumi”  ricavati da bottiglie di plastica

Ancora centinaia di bottiglie di plastica per la cascata… Le rocce e la rana sono in cartapesta

Ecco il “vento”: cartapesta, tubi e il solito cartone pubblicitario (ah, che santi gli edicolanti!!!)

I fiori sospesi sono realizzati col solito cartone più tubi di cartone (da carta igienica, carta da cucina, patatine, ecc.)

Le splendide ballerine in scena!

Alla fine anche la scenografa (quale sarà delle due?) si prende gli applausi!

Scenografando…

1 febbraio 2010

Un po’ di fondali e scenografie fatti con le mie zampine sante!

Questo è un fondale scenografico che ricorda uno specchio d’acqua. Suggestivo la sera, con le luci giuste…

Fondale per la parodia di “Amleto”

Questo fondale è stato dipinto per la commedia Andy&Norman

Scenografia per uno spettacolo di cabaret… molto suggestivo con le luci

Il resto alla prossima puntata